Materiale pubblicato


Browse the glossary using this index

Special | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | ALL

D

Dio.

(Last edited: Friday, 5 May 2017, 11:42 AM)


Dio è presente nel mondo, come insegna il cristianesimo che mostra Dio che si fa uomo (e ama talmente l'uomo da morire in croce per lui), oppure il dolore e l'irrazionalità del mondo escludono qualunque presenza divina? Non è la stessa logica, come ribadirà Epicuro sulle orme di Aristotele, a escludere che Dio, in quanto perfetto, possa occuparsi del mondo?

E

Eraclito, Passaggio a Sud Est

(Last edited: Monday, 27 March 2017, 10:18 PM)


“Eraclito depone il suo libro nel tempio di Artemide. Alcuni pensano che l'avesse scritto in forma oscura perché fosse accessibile solo a chi ne aveva la capacità”. Prendendo spunto da tale affermazione, è possibile differenziare la posizione di Eraclito da quella degli altri filosofi ionici (come Talete, Anassimandro e Anassimene) e mettere in discussione l'assunto per cui ci sarebbe un legame indissolubile tra la filosofia e la democrazia? In particolare, che tipo di relazione sussiste tra l'origine della filosofia e lo scontro di classe e ideologico che si verifica all'interno della polis?

G

Guida per aspiranti capitalisti

(Last edited: Sunday, 25 March 2018, 9:45 PM)


Il caro, vecchio capitalismo

Ma è proprio vero, come appare da qualche video filosofico presente in rete, che il capitalismo sia la violazione dell'etica kantiana, del dovere categorico di trattare l'umanità sempre come un fine, mai come un mezzo? La logica del sistema capitalistico è davvero quella della riduzione universale al rango di merce, umanità inclusa? In un mondo che riconosce come parametro di giudizio solo il metro dell'utilità, ogni uomo ha valore esclusivamente nella misura in cui serve a qualcosa, nella misura in cui, ridotto a “cosa”, è funzionale alla logica della produttività e dell'efficienza? 

Mah, intanto un po’ d’ironia non guasta...

I

Ideologia

(Last edited: Sunday, 1 October 2017, 12:02 PM)

Qual è il significato dell'ideologia? Dobbiamo credere alla sua inevitabilità o al suo inevitabile tramonto, alla sua positività come antidoto al cinismo pragmatico o alla sua pericolosità culturale e politica, alla sua natura mistificante o alla sua importante funzione di critica dell'esistente?



(di Vittorio Argenziano, Francesco Barabino, Serena Carta, Manuel Pileri)


(di Angela Giorgioni, Luca Gunnella, Eleonora Maccioni, Giusy Moro)

Il gioco come simbolo del mondo

(Last edited: Thursday, 25 May 2017, 9:25 PM)


La modernità di Epicuro, dice Severino, consiste nel venire alla luce, per la prima volta nel mondo greco, del legame tra la casualità della vita e la sua serena accettazione come via di liberazione dal dolore. Il tema nietzscheano dell'adesione incondizionata al divenire come via di liberazione dell'uomo nel mondo è quindi già esplicito nell'etica epicurea (“La vita è il gioco di un fanciullo” - come già disse Eraclito - “è il regno di un fanciullo”). Che dire del senso del destino dell'uomo teorizzato da Epicuro? 

O

Onasssagora e DemoMcrite (IA Liceo Classico)

(Last edited: Thursday, 23 February 2017, 7:29 PM)


L'opposizione tra Anassagora e Democrito corrisponde a quella tra due grandi paradigmi filosofici e esistenziali: esiste un ordine finalistico nel mondo, tale da rimandare all'azione provvidenziale di una forza intelligente, oppure tutto appare come il prodotto del caso, del movimento fortuito di particelle inerti e prive di coscienza? La nostra percezione della natura, della vita, delle vicende umane, della storia, ci fa sentire più in armonia con la prima o con la seconda prospettiva?



P

Philosophy

(Last edited: Wednesday, 14 June 2017, 6:35 PM)

I primi pensatori hanno chiamato/
Con antiche parole e nuove insieme/
tale sapere che che ha cambiato/ 
Logos, Sophia, aletheia ed episteme/
Pitagora e il parimpari/
Alzo il volume del microfono e io ti sfondo i timpani/
Suoni soavi dolci suoni e mellow sinphony/
contesti filosofici e significati frivoli/
Se adesso esiste la filosofia è grazie ai naturalisti/
Col conseguente arrivo dei fisici pluralisti/
Con idee e pensieri misti/
Proprio veri artisti/
Non esibizionisti/ 
Non come il movimento dei sofisti/ 
"Mettiamo una tassa per insegnare"/
Dissero/
Con socrate in quest'ambito fecero gare/
E vinsero/
Ma socrate morì lasciando la scena muta/
E se vinsero i sofisti e proprio grazie alla cicuta/
All'avventura nella natura/
Che il gran protagora col 'man' misura/
Quasi omonimo di quell'uomo di Samo/
Che per pensare all'atomo non penso fosse sano/
Ma nulla è stato vano/
Pensando sul divano/
Ad un campo così vario/ 
Non puoi pensare a nulla che non sia immaginario/
Ma cosa empedocle ma un nome normale come Mario?/
L'immagine di ciò che esiste è nei pensieri stessi/ 
Se son filosofi e te lo dicono mica son fessi/
Empedocle si butta ma a casa torna solo lessi/
Di ciò che orava socrate ci son solo dei resti/
In questa lezione io subentro/
Per filosofare tu devi mettere l'uomo al centro/
"La c'è una grotta"/
Ci entrai dentro/ 
Ma venni ucciso dall'uomo dell'aldidentro/
Feci una lotta/
Cercando di spiegare/
Che il mondo che conosceva era da ampliare/
Ma lui era fermo/
O forse infermo/
Non puoi vedere se in mezzo c'è uno schermo/
Sul suo pensiero era impassibile/
Diceva che l'esistenza di qualcos'altro era impossibile/
Io sono un atomo indivisibile/
E se mi pensi diviso poi sei invisibile/
Ma tu non credi perché sei scettico/
Per partorire l'anima in modo dialettico/ 
Il mondo è pantarei ovvero scorre tutto/
Tu sei un dormiente perché segui il flusso/
Se sei un dormiente tu non perforza sogni/
Se sei un dormiente è perché tu accetti i dogmi/
Dei tre principi tu ne farai uso/
A meno che non sei tu il terzo escluso/
L'essere è sempre stato è ed era/
Tutto ciò che è finito è perfetto: è una sfera/

R

Rapsodia in nero

(Last edited: Monday, 27 March 2017, 10:16 PM)


La metafora della caverna platonica come antitesi della gabbia d’acciaio di Max Weber. Qual è il rapporto tra filosofia e politica? E' possibile un incontro tra le due attività? La politica odierna avrebbe bisogno della filosofia? Una filosofia priva di una sua vocazione politica può essere a sua volta considerata come una forma degenerativa di filosofia?